Nino Cirani – Autohome

AUTOHOME NELLA STORIA

“MI CHIAMO NINO CIRANI E SONO UN FOTOGRAFO...”

Nino Cirani nasce a Modena nel 1926.
Laureato in architettura, diventa celebre come fotografo, giornalista, esploratore e protagonista di raid automobilistici in ogni parte del mondo. Macinando migliaia e migliaia di chilometri, dai deserti sahariani alle foreste amazzoniche, in condizioni estreme e talvolta molto rischiose, diventa un vero e proprio mito per tutti i fuoristradisti.

Nei suoi viaggi si alternano i compagni di avventura ma ci sono due costanti che non cambiano mai: l’inarrestabile Land Rover, soprannominata Aziza, e la tenda da tetto Air-Camping.
Grazie all’esperienza e ai suggerimenti di Nino Cirani, la tenda da tetto auto raggiunge lo stato dell’arte.

Autohome oggi rende onore a Nino Cirani con la tenda che lo accompagnò per 30 anni, con gli stessi colori e le stesse soluzioni tecniche adottate dall’uomo che la rese leggendaria.

L’Aziza 3 nella foresta di Panama durante il tentativo di forzare la Serranda del Darien.
India Karaja dell’alto corso del fiume Araguaia in Brasile
Ragazza Conso in Etiopia.
Donne Indie dell’altopiano della Bolivia.
Un ghepardo nelle piane dell’Amboseli in Kenia.
Leoni nel Serengeti in Tanzania.
Donne indie dell’altopiano della Bolivia.
Rovine Maya a Chichen-Itza nella penisola dello Yucatan in Messico.

TUTTI I NUMERI DELLA LEGGENDA

30 ANNI DI RAID ESTREMI NEI 5 CONTINENTI;
500.000 KM DI STRADE, PISTE E FUORISTRADA;
2.000 NOTTI NELLA TENDA AIR-CAMPING.

Era il 1964 e come tutti gli anni mi trovavo ad esporre la tenda Air-Camping alla Fiera di Milano quando mi si presenta una persona:
« ... Mi chiamo Nino Cirani e sono un fotografo giornalista: sto organizzando un viaggio con la mia Land Rover e un’altra Land di amici.

Dobbiamo attraversare tutta l’Africa in verticale da Cape Town al Cairo poi, in orizzontale, tutto il Nord Africa sino in Marocco e ritorno in Italia via Spagna e Francia. Ho una particolare predisposizione per la perfezione e vorrei che la mia tenda fosse adeguata ai fini fotografici. Gradirei avere alcuni aggiornamenti perchè il nostro viaggio sarà molto impegnativo... ».

Dagli occhi di questo giovane guizzava una gioia incontenibile. Da subito ho capito che non cercava una semplice tenda ma uno strumento per realizzare un grande sogno.

Dott. Giuseppe Dionisio
Inventore e costruttore della tenda da tetto Air-Camping

Nino Cirani, Tanzania 1964.
ELENCO DEI PRINCIPALI RAID DI NINO CIRANI
ANNODESTINAZIONEDURATAKM
1959MILANO - CAPO NORD
Attraverso 10 paesi
3 mesi24.000
1962ITALIA - SINGAPORE
Attraverso 13 paesi
5 mesi31.000
1963ITALIA - URSS
Attraverso 7 paesi
3 mesi22.000
1964TRAVERSATA DELL'AFRICA
1ª traversata italiana - Attraverso 17 paesi
9 mesi53.000
1968ALASKA - TERRA DEL FUOCO
1ª traversata italiana e record di lunghezza - Attraverso 18 paesi
11 mesi103.000
19721ª RICOGNIZIONE DEL SAHARA
Attraverso 8 paesi
3 mesi25.000
19732ª RICOGNIZIONE DEL SAHARA
Attraverso 9 paesi
4 mesi32.000
19743ª RICOGNIZIONE DEL SAHARA
1ª traversata italiana del Grande Erg di Bilma - Attraverso 7 paesi
3 mesi26.000
1975ITALIA - CEYLON
Attraverso 9 paesi
9 mesi52.000
19764ª RICOGNIZIONE DEL SAHARA
1ª traversata assoluta da Fachi al Monte Termit - Attraverso 6 paesi
3 mesi30.000
1977TRAVERSATA DELL'AFRICA
Attraverso 25 paesi
12 mesi55.000
1978AUSTRALIA - NUOVA ZELANDA9 mesi45.000
19795ª RICOGNIZIONE DEL SAHARA3 mesi24.000
1980CAPO NORD E ISLANDA4 mesi25.000
Aziza 1 nel raid Milano - Singapore 1962.
Aziza 2 nel fango della foresta di Gimma in Etiopia. Il fango è il peggior nemico dell’automobilista.
Aziza 3 nel Trans American Tour.

“IL GRANDE VUOTO ACCECANTE: IL DESERTO.
DOVE IL VENTO A VOLTE SOFFIA COSÌ FORTE CHE, MISTO A SABBIA, RIESCE A SMERIGLIARE I VETRI DELLE AUTO.”

Dove le dune con i loro favolosi ghirigori si perdono oltre l’orizzonte, sotto un sole senza scampo, spietato, quella natura dura, esigente, dove tutto è rigorosamente immobile ed essenziale, mi faceva sentire perfettamente a mio agio, come se ci fossi nato e sempre vissuto.

Sull’Aziza si poteva trovare di tutto:
attrezzi per riparazioni e per la cucina,
taniche supplementari per il carburante,
un piccolo frigo per conservare le pellicole
fotografiche, una scure, piccone e badile.
Ma anche un machete, un fucile e una pistola.

In queste immagini potete osservare l’Aziza 3,
i lavori di preparazione richiesero 1500 ore.

Nino Cirani pubblicò numerosi reportage fotogiornalistici sulle riviste più prestigiose. Nel 1973 raccontò le sue esperienze in un libro “Il raid automobilistico”.

Come, dove, quando.” Editoriale Domus”, un manuale pieno di consigli e disegni esplicativi per affrontare nel migliore dei modi un raid d’avventura.

L’equipaggiamento veniva preparato con grande meticolosità: la sua fuoristrada, dove tutti gli organi meccanici e i serbatoi erano protetti da piastre metalliche, era modificata personalmente nell’officina milanese dell’amico Amedeo Gaiani.

Cirani descrive a lungo la preparazione della vettura e degli accessori necessari all’impresa: la tenda da tetto viene definita superiore a qualsiasi prodotto tradizionale.

Ci sorprese una tempesta di sabbia. Non si vedeva più niente e quando finalmente il vento smise di soffiare dovemmo liberare l’Aziza che quasi era rimasta coperta. Fu un viaggio duro, durissimo, ma ora, nel ricordo, rimane il più bello che io abbia fatto.
Un giorno, nel deserto della Nubia, sulla pista per Abu Simbel, incrociai un enorme autocarro dell’esercito egiziano. Il soldato che stava al volante guardò ridendo la mia fuoristrada e disse “aziza”, che in arabo significa carina, è un aggettivo dato a donne giovani, belle e desiderabili. Così nacque la serie delle Azize.

“QUI NON ESISTE LA POSSIBILITÀ DI FUORISTRADA.
PER 34 GIORNI VIAGGIAMMO SU MULATTIERE A 4.000 METRI, SEMPRE SULL’ORLO DEL PRECIPIZIO, IL PIÙ PICCOLO ERRORE SAREBBE STATO FATALE.”

Alaska - Terra del Fuoco è il più lungo itinerario che si possa compiere sulla Terra.

È una cavalcata dall’estremo nord all’estremo sud, un viaggio attraverso tutte le latitudini, dai ghiacci dell’Artico a quelli dell’Antartico, attraverso tutti i climi, da quello polare a quello equatoriale, attraverso tutte le quote, dagli 80 metri sotto il livello del mare della Valle della Morte ai 5.000 metri del Perù e della Bolivia.

A furia di zigzagare dentro e fuori dai vari stati dovemmo sottostare a ben 64 controlli doganali e anche questo, credo, è un record per un singolo viaggio.

Donne Urus intente a macinare mais tra due pietre. Il villaggio è costruito su un’isola flottante nel lago Titicaca in Perù.
Indiano della tribù Txcahamei nel Mato Grosso in Brasile.
 

GRANDI IMPRESE IN SCALA RIDOTTA

Le avventure di Nino Cirani suscitarono nel 1970 l’interesse della Mebetoys, che riprodusse l’Aziza in scala 1:43 dotandola non solo di porte, cofano e portellone apribili, ma anche di tutti gli accessori del caso. Sul tetto, oltre alla ruota di scorta supplementare troviamo anche la tenda Air- Camping.
La Land Rover del “Trans American Tour” piace ancora oggi ed è disponibile sia in scala 1:43 che 1:24.

Ma quello che trovammo all’interno ci ripagò dei rischi, delle fatiche, degli impantanamenti, dei guadi: il Lago Titicaca e gli indios Urus sulle loro isole galleggianti, gli indios delle Ande del Perù, le altissime montagne ricoperte di ghiaccio, l’immensa distesa della “puna” boliviana, vuota e spazzata dal vento.
E i colori degli indios, i colori del paesaggio, i colori dei vasti cieli.

Il passo di Huaitiquina sulle Ande tra Argentina e Cile a 4350 metri di quota.
Sulle Ande a 4300 metri di quota al confine tra Cile e Argentina.
Nino Cirani - Ande.

Il sito www.autohome-official.com utilizza i cookie (tecnici propri e di profilazione di terze parti) per garantirti una migliore esperienza di navigazione e per offrirti, quando sei online, accesso alle funzionalità offerte dai principali social network. Se selezioni "Continuare" o accedi a qualunque contenuto presente sul nostro sito senza definire le tue scelte, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e per negare il consenso ai cookie clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi